NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web. Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

COSA SONO E A COSA SERVONO I COOKIES?

I cookies sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su internet. Se non vuoi accettare i cookies, potrai comunque navigare sul sito e usarlo per finalità di ricerca. Nella maggior parte dei browser, i cookies sono abilitati.

I cookies che utilizziamo non conserviamo informazioni personali ma solo informazioni criptate per migliorare la tua permanenza sul sito.

Possono essere anche di terze parti (quando vengono impostati da un sito diverso dal quello che stai visitando).


Cookies tecnici (strettamente necessari)
Questi cookie sono essenziali per consentirti di navigare nel sito e utilizzare tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornirti alcuni servizi.

Cookies funzionali
Permettono di "ricordare" le scelte che hai effettuato e personalizzare i contenuti del sito al fine di migliorare il servizio a te reso.

Cookies di terze parti: Facebook
Facebook utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione e di "like" sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://www.facebook.com/about/privacy  

 

COME DISATTIVARLI

La maggior parte dei browser accetta i cookies automaticamente. Si consiglia di non disabilitare questafunzione, dal momento che ciò potrebbe impedire di muoversi liberamente da una pagina all'altra e di fruire di tutte le peculiarità del sito. Puoi comunque decidere di non consentire l'impostazione dei cookies sul tuo computer; per farlo accedi alle "Preferenze" del tuo browser.

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  • Apri Firefox
  • Premi il pulsante "Alt" sulla tastiera
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona "Strumenti" e successivamente "Opzioni"
  • Seleziona quindi la scheda "Privacy"
  • Vai su "Impostazioni Cronologia": e successivamente su "Utilizza impostazioni personalizzate". Deseleziona "Accetta i cookie dai siti" e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  • Apri Internet Explorer
  • Clicca sul pulsante "Strumenti" e quindi su "Opzioni Internet"
  • Seleziona la scheda "Privacy" e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l'alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  • Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  • Apri Google Chrome
  • Clicca sull'icona "Strumenti"
  • Seleziona "Impostazioni" e successivamente "Impostazioni avanzate"
  • Seleziona "Impostazioni dei contenuti" sotto la voce "Privacy"
  • Nella scheda "Cookies" è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  • Apri Safari
  • Scegli "Preferenze" nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello "Sicurezza" nella finestra di dialogo che segue
  • Nella sezione "Accetta cookie" è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo)
  • Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su "Mostra cookie"

Via libera in Europa: l'efficacia dell'omeopatia comprovata da una ricerca tedesca

Se in Italia le medicine non convenzionali sono ancora oggetto di grandi dibattiti e i detrattori continuano ad essere numerosi, in Germania, invece, il successo in tale campo è grande e arrivano molte notizie positive: il Bpi, vale a dire la Farmindustria Tedesca (Bundesverband der pharmazeutische industrie), stando a quanto affermato da una ricerca demoscopica realizzata dal FORSA, l'Istituto di investigazione sociale e analisi statistiche, ha asserito di patrocinare e difendere l'efficacia sui pazienti della terapia omeopatica.

Il FORSA, incaricato dal Bundesverband der pharmazeutische industrie, ha condotto un sondaggio che ha rivelato come la metà degli intervistati abbia fatto ricorso all'omeopatia almeno una volta nella vita e, di questa metà, il 70% si è dichiarato soddisfatto o molto soddisfatto dei benefici riscontrati, ricorrendo alla medicina omeopatica anche come prima scelta. Il BPI, esponente di punta tedesco nel campo della ricerca e delle questioni sociologiche, stando a quanto emerso dal sondaggio, ha in seguito asserito che l'omeopatia è a tutti gli effetti una terapia efficace per tutti i pazienti e, proprio per questo, è giusto conferire i giusti riconoscimenti. Il Dr. Norbert Gerbsch, Vicedirettore Esecutivo del BPI, ha implementato la precedente dichiarazione, evidenziando come la maggioranza delle persone usi l'omeopatia come una scelta terapeutica complementare e integrativa, visti i suoi rari effetti secondari, e ha confermato il parere secondo il quale bisogna seguire in maniera attenta e scrupolosa le direttive del proprio medico di fiducia per ottenere i risultati sperati con l'omeopatia.

Il Presidente di Guna (azienda italiana leader nel settore della produzione e distribuzione di farmaci omeopatici), Alessandro Pizzoccaro, ha affermato che il trend europeo concernente le medicine non convenzionali in Europa risulta essere più che positivo; basti pensare al fatto che il Consiglio federale svizzero ha decretato l'entrata in vigore, in Svizzera, a partire dal 1 agosto e per un tempo indeterminato, della legge concernente la rimborsabilità delle medicine non convenzionali secondo la quale i costi dei farmaci e delle prestazioni mediche inerenti la medicina antroposofica, la medicina tradizionale cinese, l'omeopatia e la fitoterapia sono interamente rimborsati dall'assicurazione sanitaria. Finalmente le medicine non convenzionali vengono equiparate alle altre specialità mediche e pertanto vengono rimborsate come tali. Il Prof. Paolo Roberti di Sarsina commenta questa decisione come un atto esemplare, mirato all'annullamento delle disuguaglianze di salute nel campo delle medicine non convenzionali.

La fonte: Medicina Integrata News, Quotidiano Sanità 

 

<<TORNA A TUTTE LE NEWS

Patrocini 2015

   Unimib Logo     Omceoomceoroma

            

          

Con la partecipazione di