NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web. Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

COSA SONO E A COSA SERVONO I COOKIES?

I cookies sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su internet. Se non vuoi accettare i cookies, potrai comunque navigare sul sito e usarlo per finalità di ricerca. Nella maggior parte dei browser, i cookies sono abilitati.

I cookies che utilizziamo non conserviamo informazioni personali ma solo informazioni criptate per migliorare la tua permanenza sul sito.

Possono essere anche di terze parti (quando vengono impostati da un sito diverso dal quello che stai visitando).


Cookies tecnici (strettamente necessari)
Questi cookie sono essenziali per consentirti di navigare nel sito e utilizzare tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornirti alcuni servizi.

Cookies funzionali
Permettono di "ricordare" le scelte che hai effettuato e personalizzare i contenuti del sito al fine di migliorare il servizio a te reso.

Cookies di terze parti: Facebook
Facebook utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione e di "like" sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://www.facebook.com/about/privacy  

 

COME DISATTIVARLI

La maggior parte dei browser accetta i cookies automaticamente. Si consiglia di non disabilitare questafunzione, dal momento che ciò potrebbe impedire di muoversi liberamente da una pagina all'altra e di fruire di tutte le peculiarità del sito. Puoi comunque decidere di non consentire l'impostazione dei cookies sul tuo computer; per farlo accedi alle "Preferenze" del tuo browser.

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  • Apri Firefox
  • Premi il pulsante "Alt" sulla tastiera
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona "Strumenti" e successivamente "Opzioni"
  • Seleziona quindi la scheda "Privacy"
  • Vai su "Impostazioni Cronologia": e successivamente su "Utilizza impostazioni personalizzate". Deseleziona "Accetta i cookie dai siti" e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  • Apri Internet Explorer
  • Clicca sul pulsante "Strumenti" e quindi su "Opzioni Internet"
  • Seleziona la scheda "Privacy" e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l'alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  • Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  • Apri Google Chrome
  • Clicca sull'icona "Strumenti"
  • Seleziona "Impostazioni" e successivamente "Impostazioni avanzate"
  • Seleziona "Impostazioni dei contenuti" sotto la voce "Privacy"
  • Nella scheda "Cookies" è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  • Apri Safari
  • Scegli "Preferenze" nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello "Sicurezza" nella finestra di dialogo che segue
  • Nella sezione "Accetta cookie" è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo)
  • Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su "Mostra cookie"

Vaccini: Codacons prepara maxi ricorso contro decreto Lorenzin

vaccini-ricorso-codaconsMomento di svolta nella faticosa e incessante battaglia in difesa della libertà di scelta in tema di vaccinazioni. L'Associazione, guidata dal suo staff legale, è in procinto di presentare al TAR un ricorso collettivo contro la legge Lorenzin concernente i vaccini. Come ben noto, sono mesi che l'Associazione si batte incessantemente per tutelare i diritti dei cittadini e a seguire un elenco delle numerose iniziative e attività che sono state presentate agli organi istituzionali di competenza, grazie anche al supporto dei cittadini stessi.

Dalla diffida all'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) riguardo l'uso dei vaccini monovalenti al pieno sostegno del Codacons alla giunta regionale del Veneto che ha annunciato ricorso contro il decreto Lorenzin; dalla segnalazione all'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) riguardo il rischio di conflitto di interessi del Dott. Mario Melazzini (a seguito della sua nomina come Direttore Generale dell'B) e del Dott. Ranieri Guerra alla presentazione dell'istanza presso la commissione scientifica dell'AIFA a proposito della legge 119/2017; per continuare, dall'intervento richiesto al TAR del Lazio sul decreto legge Lorenzin al ricorso presentato all'AIFA in opposizione all'importazione del vaccino TETRAXIM, passando per l'istanza di accesso agli atti proposta alla Regione Umbria, Lombardia ed Emilia Romagna riguardo l'impiego dei vaccini pediatrici e quella proposta al Ministero della Salute concernente gli indennizzi della legge 210/1992. E non finisce qui; a seguire un elenco delle ulteriori attività di cui si è fatta carico l'Associazione e che hanno contribuito a far chiarezza sulla questione vaccini si-vaccini no:

1. Memoria alla Commissione Europea riguardo le vaccinazioni in età pediatrica;
2. Diffida al Ministero della Salute relativamente a indisponibilità del vaccino rosolia;
3. Esposto alla Procura della Repubblica di Monza in seguito alla morte del bambino affetto da leucemia presso l’Ospedale San Gerardo;
4. Esposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino la quale ha avviato un'indagine, ancora in corso, riguardo le sostanze non dichiarate contenute nelle vaccinazioni;
5. Costituzione di parte offesa nella indagine, già archiviata, della Procura di Trani riguardo la correlazione esistente tra i vaccini e l'autismo;
6. Richiesta al Partito Democratico di non presentare la candidatura al Parlamento del Prof. Burioni;
7. Presentazione in conferenza stampa delle varie segnalazioni di effetti collaterali in seguito alla somministrazione del vaccino Infanrix Hexa della GSK negli anni compresi tra il 2014 e il 2017, palesate dall'AIFA con forte ritardo solo a seguito dell'intervetno del Codacons;
8. Pianificazione della manifestazione, tenutasi a Roma in data 6/6/2017, pro libertà di scelta vaccinale grazie al supporto del Coordinamento delle Associazioni per la Libertà di Scelta;
9. Conferenza stampa, in data 27/6/2017 per la critica del decreto Lorenzin in Sala Nassiriya al Senato
10. Organizzazione del Convegno Vaccini e Profilassi presso la Sala ISMA del Senato in data 7/7/2017;
11. Organizzazione, con il sostegno di AMEV Firenze, delle manifestazioni avvenute a Roma il 22/7/2017 e a Trieste il 29/7/2017 contro il decreto Lorenzin.

Ed è in seguito a tutti questi interventi che il Codacons, con il supporto di tutte le famiglie che hanno a cuore la libertà di scelta vaccinale, ha messo a punto un ricorso collettivo a cui tutti possono aderire; la scelta di partecipare non comporta alcun tipo di obbligo o responsabilità, né la volontà di somministrare o meno i vaccini ai propri figli. Con questo ricorso si intende richiedere la modifica da parte della Corte Costituzionale del decreto Lorenzin (D. L. n. 73/2017), vale a dire “l’annullamento di circolari, atti e provvedimenti emanati, dalle varie Amministrazioni competenti, in attuazione del D. L. n. 73/2017 in materia di prevenzione vaccinale, di malattie infettive e di controversie relative alla somministrazione di farmaci nonché di ogni atto presupposto, connesso e/o consequenziale”. Qualora si volesse aderire, si può visitare il sito del Codacons e cliccare al seguente link http://www.termilcons.net/index.php?pagina=page_publicForm&idForm=570&css=1&access=ok  , dove saranno indicate tutte le modalità di adesione. La deadline del primo ricorso sarà il 30 settembre e, allo scadere di tale data, il termine per ricorrere coincide con il 14 novembre 2017. Qualsiasi decisione di aderire al ricorso avverrà dopo la data precedentemente indicata verrà usata come sostegno al ricorso principale.

La fonte: InformaSalus, Codacons

 

<<TORNA A TUTTE LE NEWS

Patrocini 2015

   Unimib Logo     Omceoomceoroma

            

          

Con la partecipazione di