NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web. Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

COSA SONO E A COSA SERVONO I COOKIES?

I cookies sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su internet. Se non vuoi accettare i cookies, potrai comunque navigare sul sito e usarlo per finalità di ricerca. Nella maggior parte dei browser, i cookies sono abilitati.

I cookies che utilizziamo non conserviamo informazioni personali ma solo informazioni criptate per migliorare la tua permanenza sul sito.

Possono essere anche di terze parti (quando vengono impostati da un sito diverso dal quello che stai visitando).


Cookies tecnici (strettamente necessari)
Questi cookie sono essenziali per consentirti di navigare nel sito e utilizzare tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornirti alcuni servizi.

Cookies funzionali
Permettono di "ricordare" le scelte che hai effettuato e personalizzare i contenuti del sito al fine di migliorare il servizio a te reso.

Cookies di terze parti: Facebook
Facebook utilizza cookie per offrire all'utente funzionalità di condivisione e di "like" sulla propria bacheca. Per maggiori informazioni, consultare la pagina https://www.facebook.com/about/privacy  

 

COME DISATTIVARLI

La maggior parte dei browser accetta i cookies automaticamente. Si consiglia di non disabilitare questafunzione, dal momento che ciò potrebbe impedire di muoversi liberamente da una pagina all'altra e di fruire di tutte le peculiarità del sito. Puoi comunque decidere di non consentire l'impostazione dei cookies sul tuo computer; per farlo accedi alle "Preferenze" del tuo browser.

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  • Apri Firefox
  • Premi il pulsante "Alt" sulla tastiera
  • Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona "Strumenti" e successivamente "Opzioni"
  • Seleziona quindi la scheda "Privacy"
  • Vai su "Impostazioni Cronologia": e successivamente su "Utilizza impostazioni personalizzate". Deseleziona "Accetta i cookie dai siti" e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  • Apri Internet Explorer
  • Clicca sul pulsante "Strumenti" e quindi su "Opzioni Internet"
  • Seleziona la scheda "Privacy" e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l'alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  • Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  • Apri Google Chrome
  • Clicca sull'icona "Strumenti"
  • Seleziona "Impostazioni" e successivamente "Impostazioni avanzate"
  • Seleziona "Impostazioni dei contenuti" sotto la voce "Privacy"
  • Nella scheda "Cookies" è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  • Apri Safari
  • Scegli "Preferenze" nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello "Sicurezza" nella finestra di dialogo che segue
  • Nella sezione "Accetta cookie" è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo)
  • Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su "Mostra cookie"

Cento minuti a settimana: suvvia, troviamoli!

famiglia sportivaQualche giorno fa abbiamo parlato di sana alimentazione per vivere meglio, e addirittura di dedicare del tempo quotidiano alla risata per allungare la vita.
Come non menzionare in questo anche lo sport?
Ebbene, cento minuti settimanali di attività fisica consentirebbero non solo di mantenerci in forma, ma addirittura di vivere più a lungo, mantenendo allenate le cellule ed attivando i geni della longevità a scapito di quelli pro-infiammatori.

Sarebbero i telomeri, piccolissime porzioni di DNA cellulare, a definire la portata della nostra longevità: tanto più essi sono lunghi, quanto più possiamo auspicare ad un'esistenza estesa. Ebbene, la sedentarietà protratta negli anni sarebbe una delle maggiori responsabili di un danneggiamento delle suddette strutture cellulari.
I pilastri della longevità sono proprio il topic principale del nuovo libro Positive Nutrition di Barry Sears, Biochimico statunitense ideatore per altro della dieta a Zone. Nel suo testo, egli delinea un connubio imprescindibile tra cibo e attività fisica, in quanto il primo influirebbe direttamente sulla performance sportiva, dove lo sport rappresenterebbe però il vero elisir di lunga vita.
Nel corso della quarta edizione dell’International Congress – Science in Nutrition svoltosi a Milano il 5 e 6 Maggio 2017, gli esperti hanno anche quantificato la mole di attività sportiva necessaria per scongiurare effettivamente il rischio di una morte preventiva: secondo loro, è opportuno suddividere i cento minuti in 3 sessioni settimanali da svolgersi a giorni alterni, a digiuno, e di concedersi sempre dei momenti di risposo durante l’allenamento affinché il corpo possa ossigenarsi correttamente.
Già il medico svedese Bertil Marklundnel suo caso editoriale La guida scandinava per vivere 10 anni in più, aveva messo al primo posto il movimento come vero toccasana: fare regolare attività fisica potrebbe regalare fino a 14 anni di vita in più. Certo, questo comporta ovviamente una certa disciplina e l’osservazione di determinate regole.
Ed ecco dunque che si unisce al filone di studi anche il testo pubblicato da Barry Sears, delineando sette regole relative alle modalità di svolgimento di un sano allenamento regolare, incanalato in un percorso mirato al benessere ed alla longevità:
egli è concorde nel prevedere 3 allentamenti settimanali (un giorno sì e un giorno no), rispettando un intervallo di 3-4 minuti tra diversi esercizi ad alta intensità; oltre al già citato digiuno pre-allenamento, Sears sostiene l'importanza di abbinare esercizio aerobico con movimenti che potenzino la forza muscolare. Da non dimenticare l'idratazione: mai bere meno di 2 litri d’acqua al giorno, anche se non si avverte il senso di sete e, ovviamente, attenzione all'intensità del nostro allenamento: il fiato è un ottimo indicatore del nostro livello.
Insomma, vivere più a lungo mangiando sano, ma anche e soprattutto facendo sport: ora sappiamo quando e quanto, ma anche in che modo. Scarpe da ginnastica e tuta per la nostra salute di lungo termine.

Fonti: Informasalus, Corriere della Sera, Science in Nutrition


<<TORNA A TUTTE LE NEWS

Patrocini 2015

   Unimib Logo     Omceoomceoroma

            

          

Con la partecipazione di